giovedì 9 luglio 2015

#DAR



il Grande Capo dei Pippi ma anche Mega Direttore Galattico-Gran Maestro-Guru-Profeta nonché Highlander ma soprattutto Profeta con la Santanché e Cicciolina ??!!


Secondo voi tutto ciò è normale per un professore universitario che pubblica in fascia A, che sta nella nella world top 5% di IDEAS e che si ritiene un grande intellettuale ?

133 commenti:

  1. Ma Peter quello va da Cicciolina et similia e tu neanche rispondi al mio invito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa se non ti ho risposto subito, lo avrei comunque fatto in serata. Ti ringrazio per l'invito ma purtroppo non mi posso muovere.

      Elimina
    2. Dai Peter, non fare il noioso, ti passo a prendere io. O sennò scegli tu un giorno.

      Elimina
  2. Credo che Cicciolina abbia un suo perchè, ricordate il serpentone monetario?

    RispondiElimina
  3. In che modo questo squalifica ciò che dice Bagnai? Quali competenze economiche hai per criticarlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Pietro, anche tu sei invitato a casa mia per Tartufi,Barbera and fresh meat (ché per noi la Cicciolina è un po' passatella)

      Elimina
    2. Giusto. Io preferisco Tori Black, tu?

      Elimina
    3. Però non hai risposto, vieni o no?

      Elimina
    4. Dammi l'indirizzo, dimmi quando e vengo.

      Male che non conosci Tori Black. Aggiornati, siamo nel 2015.

      Elimina
    5. Visto ora Tori Black, mi sembra che sia al di fuori della portata delle mie tasche, però è anche vero che la patata è più economica del tartufo, state pure a casa vostra.

      Elimina
    6. Contattami via FB Pietro, oppure dimmi come rintracciati.

      Elimina
    7. Cominciamo bene, ti conosco da cinque minuti e già tiri il pacco.

      Elimina
    8. D'accordo, però facciamo così: scegli un giorno in cui anche il nostro Peter Yanez sia libero da impegni, così ci facciamo quattro risate tutti insieme. #sapevatelo #peteryanez

      Elimina
    9. Dubito che Peter Yanez sia una bella figa, cmq ci sto provando, in realtà comincio a pensare che Peter sia una entità virtuale un po' come Vigil.

      Elimina
    10. Dubito anch'io che Pietruzzo nostro abbia una vulva in mezzo alle gambe. Possiamo però dire che il ragazzo è un pochino noioso? Invece di pensare alla mona e al vino continua a battere sempre sullo stesso argomento. Secondo me dovrebbe distrarsi un pochino. #sapevatelo #peteryanez

      Elimina
    11. Per l' incontro pensavo 1 e 2 agosto, non oltre che ho paura di dover pagare in lire la Tori.

      Elimina
    12. La Tori la dovrai pagare sempre in dollaroni sonanti, qualche migliaio, presumo.

      Si fa dalle parti tue?

      Elimina
    13. No, Peter non è noioso forse un cicinin maniacale, però ci voleva qualcuno al di fuori del maistream bagnaiano.

      Elimina
    14. Si l' invito è per i primi di agosto a Casale Monferrato, sono libero da famiglia che resta in vacanza.

      Elimina
    15. Non so se si possa parlare di mainstream per Bagnai. Comunque, non ti bastavano i rumorosi amerikani, tipo Boldrin e compagnia? Oppure Puglisi? Mi sembra che il controcanto a Bagnai non manchi, no? Non occorreva un tizio qualsiasi, senza qualità, neanche tanto divertente da leggere, una s-ciantina maniacale, come dici tu. Ci sono critici di ben altro livello.

      Elimina
    16. Ma secondo te ci facciamo intortare da Peter? qui siamo tutti filobagnaiani pur con la molletta al naso. Mi sa che non hai letto tutti i post, Illo ti avrebbe già mandato a cagare solo per questo.

      Elimina
    17. Mi sa anche a me, devo rileggermi un po' d'articoli. In effetti farsi intortare da uno come Peter Yanez sarebbe un pochettino improbabile.

      Io non sono un servo di Bagnai, né un suo adepto (di questi epiteti mi ha gratificato Pietruzzo, in un riflesso pavloviano parecchio scontato), penso semplicemente che la sua analisi della crisi sia giusta. Di qui a farne un guru ce ne corre.

      Elimina
    18. Ma guarda chi è venuto a trovarci ! Il mio troll personale !

      Hai visto ? Qui non solo non c'è censura (che scatta solo in caso di offese ed insulti) ma non c'è nemmeno moderazione, qui la libertà è gratis, non si ha paura di essere criticati.

      La tua domanda mi stupisce : un professore universitario che pubblica in fascia A, che sta nella nella world top 5% di IDEAS e che si ritiene un grande intellettuale ha bisogno di farsi intervistare da Er Cotenna assieme alla Santaché e Cicciolina ? Non mi sembra che gli manchino le occasioni per farsi vedere e/o sentire in TV e sui media.

      Elimina
    19. "Ma guarda chi è venuto a trovarci ! Il mio troll personale !"
      Non sono un troll. Diciamo che sono un tuo istruttore personale, e voglio aiutarti a criticare meglio, con cognizione di causa. Ah, sono anche un amante delle cause perse.

      "Hai visto ? Qui non solo non c'è censura (che scatta solo in caso di offese ed insulti) ma non c'è nemmeno moderazione, qui la libertà è gratis, non si ha paura di essere criticati."
      E 'sti grandissimi cazzi, dove li metti?


      "La tua domanda mi stupisce : un professore universitario che pubblica in fascia A, che sta nella nella world top 5% di IDEAS e che si ritiene un grande intellettuale ha bisogno di farsi intervistare da Er Cotenna assieme alla Santaché e Cicciolina ? Non mi sembra che gli manchino le occasioni per farsi vedere e/o sentire in TV e sui media."
      Fallacie su fallacie su fallacie su fallacie su fallacie... Rispondi alle domande, rivoltatore di frittate professionista: 1) in che modo farsi vedere in TV con Cicciolina inficerebbe la sua spiegazione della crisi? 2) che competenze economiche hai per criticare Bagnai?

      Elimina
    20. E comunque fattela 'na risata, musone che non sei altro! Vieni da Ippolito che ce la spassiamo! Io porto un Valpolicella, tu che vino porti?

      Elimina
    21. Anche io penzo che tu Peter dovresti essere più simpatico gioviale ed allegro come...
      ...come Bagnai, ecco!

      Elimina
    22. Uno è incazzoso ma non serioso, l'altro è serioso ma non incazzoso. Mi sembrano due particelle quantistiche con spin opposto.

      Nota: Mi corre l'obbligo di rammentare a voi capre ignoranti che in macroeconomia quantistica (vi ricordo che l'università di Castro dei Volsci è nella world top 5%) gli spin non sono up e down, ma right e left.

      Elimina
    23. Salvini non sarebbe d' accordo anche se parlando di spin crederà che stai parlando di birra.

      Elimina
  4. Credo che nella vita ci vorrebbero più coerenza, senso della misura, legame con la realtà e capacità di percezione di sé.
    Che sono sempre più fuori moda, ma nel loro insieme vanno a costituire quello che resta l'indice più affidabile per la credibilità di chiunque.

    Ora abbiamo qui una persona che è palese sostenitrice di chi nel suo sito censura sistematicamente le opinioni che non condivide e soprattutto quelle che gli danno fastidio.
    Nei rari casi in cui le lascia passare è solo per delegittimare il loro possessore, così da rafforzare le proprie posizioni e l'ascendente che ha presso i seguaci. Evidentemente non avendo mezzi migliori che, nel caso, userebbe.

    Per questi motivi, la persona di cui sopra dovrebbe avere innanzitutto il buon gusto, prima ancora che, appunto, la coerenza, il senso della misura e il legame con la realtà, di non approfittare delle libertà concesse altrove per fare esattamente ciò che nei luoghi che dichiara di apprezzare di più non è concesso.

    Se poi chi gestisce quei luoghi è uso abbandonarsi alla peggiore violenza verbale, per poi istigare i seguaci al manganellaggio mediatico dell'interlocutore che crede alla libertà di pensiero e di parola e ritiene di poterla esprimere, è evidente che non ci si può presentare altrove, dove questi valori hanno ancora il loro peso e sono rispettati, con l'indice alzato e l'aria saccente di chi pretende di criticare e di dare lezioni che non ha il benché minimo titolo a impartire.

    Proprio nello stesso modo in cui chi è poco pulito, e peggio professa la superiorità dei luoghi in cui la sporcizia la fa da padrona, non può dire a nessuno che sarebbe il caso si lavi maggiormente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se parlassi di me, ma comunque dico la mia.

      Il tenutario di questo posto, che addirittura fa passare tutti i commenti (milioni di blogghisti lo fanno, ma per lui questo è un merito perché l'unico paragone è con Bagnai, Bagnai, Bagnai, Bagnai, Bagnai, Bagnai), mi ha gratificato di simpatici titoli come "servo di Bagnai" e "adepto della setta", senza conoscermi e solo perché mi sono permesso di criticarlo. Anche questa è violenza verbale, e indice di una profonda grettezza d'idee.

      Ciò detto, del modo in cui Bagnai si comporta nel suo blog non me ne frega niente di niente. Non è mia moglie, mio fratello, mio zio, mio cugino. Del suo profilo di Twitter e del suo blog può fare quello che gli pare. Questo dovrebbe impedirmi di esser convinto delle sue argomentazioni? Dovrebbe farmi credere al tenutario di questo blog, che è con ogni evidenza incompetente in materia economica e argomenta facendo un larghissimo uso di fallacie logiche?

      Elimina
    2. ma quali sarebbero ste fallacie logiche?

      Elimina
    3. Torno a ripetere, nel caso non abbia capito o stia facendo finta di, scegli tu l'opzione che ti aggrada.

      Sei un sostenitore di quel personaggio, come dimostrano i tuoi commenti qui pubblicati.
      Dunque, lo sei anche dei suoi modi di fare, delle sue ripetute chiassate, delle modalità gestionali assolutistiche vigenti nel suo spazio, dei suoi progetti e dei suoi modi di fare da tirannetto borioso.
      Che di solito sono indice di personalità repressa e desiderosa di revanche, che però non intende conseguire coi propri mezzi, bensì mediante la delegittimazione altrui.

      Eppure, di fronte al primo potente di passaggio, quei modi si tramutano all'istante in un azzerbinarsi così deferente che sarebbe ritenuto fuori luogo persino dal peggior Fracchia.

      Se per caso così non fosse, allora lo dichiari. Nella maniera più esplicita, circostanziando nel modo più acconcio motivazioni e modalità del caso.

      Ma siccome non lo fai, e adotti pure un linguaggio sconveniente, per di più incline al velato dileggio e al discredito di chi ti ospita, non hai proprio alcun titolo per venire qui a dare lezioni di alcun genere.

      Spero di essere stato sufficientemente chiaro, stavolta.

      Qualora tu insista nel tuo atteggiamento, non farai altro che palesare in primo luogo il tuo cattivo gusto, che del resto ti accomuna a colui che dimostri di stimare tanto, e di cui hai già dato esempio.
      Insieme con la tua mancanza di coerenza e soprattutto di percezione e comprensione della realtà.

      In caso contrario, non ripeteresti ostinatamente il nome di quella persona, mostrando il tuo grande fastidio per la critica nei suoi confronti, e di conseguenza una mentalità forse più adatta ai tempi del Re Sole.
      O magari del Crapone, per tornare a un esempio più vicino a noi e soprattutto allineato ai modi di colui che difendi con tanto ardore.
      Viceversa avresti capito che questo blog ha il suo motivo di essere proprio nel sottolineare le numerose carenze concettuali, metodologiche, di coerenza e di verosimiglianza delle teorie diffuse da costui e del suo atteggiamento.
      E ancor di più per dare a chi lo ritenga necessario, uno spazio in cui poter discutere in piena libertà ogni questione attinente, cosa che nel luogo deputato, come ben sai, non è permesso fare.

      O forse, siccome sei talmente convinto della giustezza e della correttezza dei metodi adottati nel sito pippesco, vorresti che si faccia in modo da imporli d'ufficio anche a tutti gli altri. Però continuando dall'altra parte a sostenere il suo diritto a fare tutto quello che gli pare?

      Nessuno glielo nega, fomenti pure il fanatismo, divida in mille pezzi il movimento euroscettico in modo da renderlo ancora più impotente, delegittimi in maniera irrecuperabile le posizioni ad esso afferenti con il suo stesso modo di fare, istighi al manganellaggio mediatico di ogni posizione dissenziente dalla personalissima ortodossia che provvede quotidianamente a modificare per saggiare il grado di fedeltà dei seguaci.

      Ma non cerchi di passare per democratico e tantomeno per difensore dei diritti e del destino degli umili, perché non è credibile.

      Detto questo, sei tu che sei venuto di tua spontanea volontà in questo luogo e perdipiù con il dito alzato. Quindi non stare a raccontare che della cosa non te ne frega niente di niente, con la presunzione tipica di chi crede di poter far passare gli altri da stupidi..
      Primo perché al pari di lui non sei credibile, e poi perché ci perdi pure in dignità.
      Nessuno ti ha obbligato e neppure ti impone di accettare le argomentazioni che qui sono pubblicate.
      Se non ti stanno bene, liberissimo, ma sempre con la dovuta correttezza e educazione.

      Perché forse non te ne sei accorto, ma qui non sei su goofynomics.

      Elimina
    4. @Clack Parti male, molto male, carissimo. Mi son fermato qui:

      "Sei un sostenitore di quel personaggio, come dimostrano i tuoi commenti qui pubblicati.
      Dunque, lo sei anche dei suoi modi di fare, delle sue ripetute chiassate, delle modalità gestionali assolutistiche vigenti nel suo spazio, dei suoi progetti e dei suoi modi di fare da tirannetto borioso.
      "

      Non sono un sostenitore di Bagnai. Non gli ho mai dato un euro. Non ho comprato i suoi libri. Non lo seguo su Twitter. Non scrivo commenti sul blog. Non gli ho mai scritto. Non ho mai avuto a che fare con lui né virtualmente né nella vita reale. Ho solo letto alcuni suoi post e condivido l'analisi che fa della crisi. Fine.

      Ergo, tutto il resto del tuo ragionamento è sbagliato. Del suo comportamento, di quello che fa nel blog, ecc., ripeto, non me ne frega niente, non è importante, non ha rilevanza per le sorti di nessuno. Per voi invece pare che sia così, pare che sia una specie di ossessione, un antiguru.

      @Ippolito: basta che leggi questo post e molti altri: Bagnai va in TV con Cicciolina, quindi è incoerente. Se questa è un'argomentazione... Il nostro Pietruzzo non se la cava meglio con l'economia, anche perché ha ammesso indirettamente - col suo non rispondermi - che non ne sa niente.

      Elimina
    5. Poco fa si parlava della Tori... e guarda come siamo finiti! Comunque è chiaro che chi non è mai stato insultato da Illo tende a sottovalutare la cosa. E allora è il caso di raccontare a Pietro quel che accadde a me. In seguito a uno scambio di opinioni in privato, per altro dietro sua sollecitazione, finii nel girone degli sfanculati. Tutto il mondo che lo seguiva, nel quale avevo molti rapporti, mi voltò le spalle, isolandomi come un appestato. Fu un periodo difficile, ma anche istruttivo: la mia stima per gli esseri umani subì un grave colpo.
      Solo con il tempo, quando quello che era capitato a me e pochi altri cominciò ad essere un fatto abituale, le cose migliorarono. Ad oggi non si contano le persone che mi hanno contattato per chiedermi scusa del loro comportamento all'epoca dei fatti, sebbene quasi sempre in forma privata.
      Il coraggio di esporsi di persona, di metterci la faccia, appartiene a pochi. Tra questi, bisogna riconoscerlo, lo stesso Illo.
      Chiudo perché scrivere con il cellulare è un tormento...

      Elimina
    6. @Fiorenzo Fraioli

      "Poco fa si parlava della Tori"
      L'attività e l'avvenenza della Tori mette qualunque querelle terrena in prospettiva.

      Grazie della testimonianza. Non mi piacciono i comportamenti pecoroneschi, ovviamente, e li riprovo fortemente. Mi dispiace di quel che mi dici, perché dimostra che ci sono persone che possono fare a meno della loro indipendenza di giudizio.

      Riprovo del pari anche chi parte col pregiudizio che chi ha un'opinione positiva del lavoro (DEL LAVORO) di una persona sia un suo servo, un adepto, un seguace, un accolito, un caudatario e via sinonimeggiando. (Parlo del dott. commend. Peter Yanez.)

      A me non interessa farmi rituittare da lui, essere citato nel suo blog, ricevere una risposta da lui a un mio commento, andare al bar con lui, ecc. Non mi interessa la sua persona privata, non aspiro a diventare suo amico. Ritengo che abbia ragione quando parla di economia (e penso che anche tu, sostanzialmente, sia ancora d'accordo con lui, o sbaglio?). Tutto qui.

      Ha dei limiti caratteriali? E chi lo nega. Tutti ne abbiamo. Ma, sinceramente, non credo che la cosa sia particolarmente rilevante (per me, ovvio), soprattutto perché il suo carattere non incide sulla mia vita di tutti i giorni.

      Elimina
    7. "Ritengo che abbia ragione quando parla di economia (e penso che anche tu, sostanzialmente, sia ancora d'accordo con lui, o sbaglio?)

      Sull'analisi della dinamica economica dei fatti sono sostanzialmente d'accordo con Bagnai, e non l'ho mai negato, neanche quando mi ha riservato i peggiori insulti pubblici e privati. In effetti quando si parla di ciò che è avvenuto i fatti contano moltissimo, molto meno le speranze e le visioni di ognuno.

      Le divergenze di opinione con il Bagnai attengono all'azione presente e futura. La prima e più importante è che non credo affatto che coloro che ci hanno portato in questo disastro ce ne tireranno fuori. Anzi, penso che l'unico modo per evitare che costoro possano addirittura trarre ulteriori vantaggi da ciò che hanno fatto (e quindi combinare altri disastri), sia togliergli il monopolio assoluto del potere politico di cui si sono impadroniti negli ultimi decenni. Il che non significa costruire uno o più nuovi partiti che "prendano il potere" (non sono illuso fino a questo punto), ma nuovi partiti che sappiano esprimere con determinazione gli interessi di classe contrapposti questo sì!

      Il Bagnai dovrebbe sapere, ad esempio, che nell'antica Roma comandava sì il patriziato, ma un partito della plebe forte e organizzato esisteva eccome! E con questo il patriziato ha dovuto fare i conti per più di tre secoli (guarda un po': l'impero lo ha conquistato la Repubblica, i Cesari lo hanno solo mantenuto - finché è esistito uno straccio di dialettica politica - e poi perduto quando sono diventati un'autocrazia).

      Dice, il Bagnai, di essere un lettore di Machiavelli. Ottimo! Cerchi di capirlo, oltre a smanicarci sopra.

      Senza un vero e duro conflitto sociale, ogni civiltà muore. Illo ha avuto il pallino in mano per diventare un punto di riferimento importante, forse il più importante, di un processo allo stato nascente di riorganizzazione politica della plebe moderna in Italia, e invece che ha fatto? Ha pensato, nel suo élitismo ipertrofico, che contano solo le classi dominanti. Ha ragione, purtroppo, solo che è di questa malattia che sta morendo la civiltà europea.

      Hai capito perché ha litigato con noi straccioni cialtroni?

      Elimina
    8. Sei stato molto chiaro e molto equilibrato. Mi trovo d'accordo con la tua analisi riguardo "all'azione presente e futura". Capisco però una cosa dell'analisi di Bagnai - anche se non ne condivido i toni - che sia più facile aspettare che siano le stesse élite a provocare un cambiamento. La conclusione, però, è inaccettabile. Così facendo si toglie spazio all'organizzazione e all'azione politica delle masse "plebee". In questo modo qualunque cambiamento sociale a favore della classi subalterne diventa come il cartello del salumiere, "oggi non si fa credito, domani sì".

      Posso farti una domanda: anche tu mi sembri una persona seria, con un'ottima capacità di analisi. Che ci fai in un blog come questo?

      Elimina
    9. Calma ragazzi, ci sarà sempre un Menenio Agrippa dietro l' angolo in Italia.

      Elimina
    10. @ Gianezzi.
      Che te ne renda conto o meno, sei tu a partire male.
      Già dal nome che ti sei attribuito e pretendi ancora una volta di dare lezioni agli altri.

      Come cattedratico bilioso e del tutto dissociato dalla realtà, in linea con la tipica figura del personaggio, hai un avvenire assicurato. Magari in qualche ateneo di provincia, previo intervento facilitatore della classica manina ben ammanicata.

      Guarda te la combinazione, tutti quelli che si presentano qui o altrove a prendere le difese del profeta non sono mai suoi sostenitori.
      Hanno letto per caso qualcosa sul suo blog, che però li ha tanto ma tanto convinti e non vi hanno mai commentato. Addirittura, si tratta spesso di persone che da lui sono stati bloccate/bannate.

      Però per una somma imperscrutabile di coincidenze si ritrovano un nome che vorrebbe parodiare quello del gestore del blog che si dedica con maggiore costanza alla critica del profeta.

      A Gianezzi, ma nun ce fa ride...

      Elimina
    11. Caro Clack, con questo commento confermi il mio timore: qualunque comunità, che si riunisca a favore di un causa (Goofynomics) o contro una causa (Gufinomics) mostra una forte tendenza a emarginare la critica, a difendere il gruppo, ad alimentare teorie del complotto, ecc.

      Ora, io ammetto di essere un po' uno zuzzurellone, per questo ho scelto un nick che fa il verso a Peter; ma ritengo che la critica portata avanti da Peter sia cialtronesca, mal fatta, di livello infimo. Se questo è sufficiente per attirarmi la vostra diffidenza, per alimentare le vostre dietrologie, ecc. comincio a pensare che il timore di cui sopra sia fondato.

      Mi è permesso criticare Yanez, o ne avete fatto un idolo anche voi?

      Elimina
    12. Gianezzi, mi spiace per te, ma arrivati a questo punto costringi a prendere atto della tua totale dissociazione dalla realtà
      Parteggi smaccatamente per il personaggio e per il sito in cui non la critica ma il semplice dissenso, sia pure il più velato, non solo non è tollerato ma fatto oggetto di violenze tipiche dello squadrismo mediatico e vieni qui a denunciare l'emarginazione della critica.

      Dillo, una buona volta: ce sei o ce fai?
      O magari fai parte di quella razza eletta, frutto dell'apice più elevato di evoluzionismo droide che è allo stesso tempo sia l'una che l'altra cosa?

      Elimina
    13. "O sei con me o sei contro di me." Il timore che avevo è certezza. Mi spiace, Clack, io non voglio essere cattivo, ma questa radicalizzazione dialettica del dibattito è il contrario della democrazia. Per com'è stato bislaccamente impostato questo blog, la discussione è per forza di cose polarizzata, e questo tuo commento ne è la prova lampante. Mi dispiace, lo dico sinceramente.

      Elimina
    14. Vabbé, se vuoi continuare a imputare agli altri la mancanza di democrazia pur essendo dichiarato sostenitore del personaggio e del sito più ademocratici che esistono, fai pure.
      Vorrà dire che metterai ancor meglio in evidenza e comproverai a fondo l'esattezza delle mie osservazioni.

      Se è questo il tuo scopo, non posso che compiacermene.

      Elimina
    15. Clack, lo ripeto: io, come Fiorenzo, sono d'accordo con Bagnai sull'analisi della crisi. Non m'importa nulla del modo in cui gestisce blog e Twitter, cosa che non significa che approvi alcunché, mi vorrai concedere. E non m'importa perché (per me, che non conosco Bagnai di persona) non è importante, non incide sulla mia vita quotidiana, non sono un suo seguace, in tutti i sensi, non gli ho mai dato soldi, né direttamente né indirettamente, non ho mai commentato sul suo blog. Questa è la verità, ma, ripeto, capisco che ciò non corrisponda allo stereotipo che hai in mente, perciò, per evitare la dissonanza cognitiva, cerchi di farcelo rientrare a tutti i costi. Non ti biasimo per questo: è umano.

      Ti faccio solo notare che ignorare le parole del tuo interlocutore, negarle per partito preso, è una forma di violenza dialettica che mal si adatta a un dibattito democratico. Grazie comunque della risposta.

      Elimina
  5. Dalla pagina FB Er Ducetto de Pescara:

    Non gli basta il censurare
    a chi lo critica vuol male
    ecco allora che dà sfogo
    a violenza sua verbale

    Alberto Bagnai 1 luglio 2015 20:25
    Gaspare, perché stai qui a trollare? Perché non fai sul serio, vero? Altrimenti chiunque googlasse Manifesto di solidarietà europea ti prenderebbe per un imbecille. Ma tu invece sei fuuuurbo, vero? Facci sapere.

    (Dedicata all'amico Gaspare)

    RispondiElimina
  6. Sarebbe veramente triste che Colui che vorrebbe salvare l'Italia (e ogni altro paese dell'universo a noi noto) fosse ridotto a creare profili fake per trollare spazi non allineati al lecchinaggio sfrenato di cui ha un fondamentale bisogno.

    NOOOOOOO, non può essre vero.

    Speriamo che il buon Giannezzi sia solo un calzante esempio dell'attegiamento di cui sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vedi, a me quest'atteggiamento qui mi fa paura. Se una persona che ha un brutto carattere alimenta tutte queste paranoie da quattro soldi, allora comincio davvero a dubitare dell'umanità.

      Comunque no, amico mio, non sono Illo sotto mentite spoglie, non ci ho mai parlato insieme, non lo seguo su Twitter, ecc. ecc. ecc. (vedi sopra). La mia linea della vita e la sua non si sono mai incrociate.

      Non trollo nessuno, in ogni caso, voglio solo punzecchiare Pietruzzo finché mi basterà la voglia: il tenutario è interessante sotto l'aspetto tassonomico, ma non abbastanza come autore. Come polemista non vale una cicca, il suo stile è senza guizzi, senza sales, scontato, banale, ripetitivo, basato sul tormentone, come i peggiori comici di Zelig.

      Elimina
    2. @ Ducadauge
      Carissimo Duca, anche da parte mia il più cordiale dei benvenuto.
      Seguito però da una bonaria tirata d'orecchi.

      Ma che mi va a pensare?
      Gianezzi = profeta? Non sia mai!

      In effetti il travaso dalla filosofia tipica del Grande Capo è di evidenza talmente smaccata da far pensare proprio a lui, almeno in un primo momento.

      Però proseguendo nella lettura dei contributi giannezziani appare evidente che i concetti espressi sono quelli tipici dei fedeli.
      Insomma, il solito coacervo di argomentazioni puerili, totale incapacità di discutere nel merito delle questioni abbinata a sovrana maestria nello svicolare da esse, e più di tutto incrollabile convincimento che la cieca creduloneria che costoro hanno nei confronti del capo debba essere un elemento tipico di tutto il genere umano.
      Così da convincerli che tutti gli altri siano stupidi al punto di prendere per buoni i loro ragionamenti senza capo né coda, sprovvisti di qualsiasi logica ma in compenso infarciti dei più arditi capovolgimenti di essa, e di pretestuosità le più varie e imprevedibili.

      Tutto ciò in forma e contenuti talmente simili gli uni agli altri da palesare un'opera di condizionamento dai risultati di efficacia prodigiosa.
      Una sorta di catena di montaggio del lavaggio del cervello, insomma, capace di sfornare senza sosta prodotti del tutto indistinguibili gli uni dagli altri
      Al punto da aver cancellato persino la benché minima diversità di sfumature che finora si sarebbe ritenuta inevitabile tra individui diversi, sia pure sottoposti al medesimo condizionamento.

      Quindi smettiamola una volta e per tutte di sottovalutare il Grande Capo. Chi è capace di inventare e poi mettere in opera un sistema di controllo a distanza del pensiero e dell'azione tanto funzionale e raffinato, merita ben altri destini.

      Facciamogli almeno una raccomandazione affinché sia promosso a capo della CIA!
      L'esperienza nel settore ce l'ha, avendo messo in piedi in quattro e quattr'otto la sua piccola Gestapo personale, vera testimonianza della sua indole di sincero democratico che non pensa ad altro che al continuo miglioramento del benessere dei propri simili.
      Ne è talmente preoccupato che ritiene necessario controllarne per filo e per segno l'evolvere.
      Un vero filantropo, insomma.

      L'unico elemento di incertezza al riguardo consiste nel fatto che quelli che a prima vista si riterrebbero individui diversi, stando almeno al loro nick, siano invece la stessa persona.
      O al massimo un piccolo gruppo, ricavato all'interno della medesima mini-Gestapo e finanziato coi proventi del 5x mille che ormai il Profeta non ha più alcun pudore di elemosinare in forma diretta, a chiunque gli capiti a tiro. I cui componenti sono obbligati al rispetto di direttive talmente stringenti e a rimanere all'interno dei soliti due o tre argomenti da rendere i loro contributi così omogenei da far ritenere che si tratti sempre dello stesso commentatore.

      Quel gruppo, naturalmente sarà stato composto pescando tra i seguaci più fedeli, la cui dedizione è stata compensata dal profeta con l'incarico di fare 'ste figure miserevoli, qui e altrove.

      Ma se faranno il loro dovere nel modo dovuto e senza chiedere nulla in cambio, magari un domani saranno premiati con incarichi di maggior prestigio, tipo fargli le pulizie, andare a fare la spesa, portare a spasso il cane ecc.

      Elimina
    3. Vedi, Clack io ti ringrazio del profilo psicologico che hai tracciato della mia modesta persona. Però mi confermi che, su Goofynomics come qui, si tende a denigrare chi porta delle critiche, ad alimentare teorie del complotto, a difendere il gruppo, ad attaccare "lo straniero", ad accusarlo di essere un lobotomizzato, ecc.

      Io non farò lo stesso con te, non ti dirò che Yanez, poro cristo, ti ha fatto il lavaggio del cervello. Ti dico solo che la tua reazione è normale nel contesto di una dialettica polarizzata. Certo, i tuoi argomenti sono un pochino bambineschi, come nella chiusa, perché completano fantasticamente (cioè con la fantasia tipica dei bambini) ciò che io non ho detto né fatto pensare. Anzi, ho detto che non ho nulla che fare con Bagnai. Ma è normale che le mie parole debbano essere ignorate, perché sennò lo stereotipo non calza, e lo stereotipo è necessario per costruire un nemico e rinsaldare il gruppo. È banalissima psicologia sociale da bigino. Ti capisco, quindi, dico davvero.

      Già che ci siamo, ti dico questo. Questo blog dimostra il sostanziale fallimento del modello grillino: non servono le competenze, basta internet e la comunità della Rete per criticare chicchessia. E allora viva i blog, viva Wikipedia, viva Tripadvisor, ecc. La Rete non rende liberi, la libertà della Rete è un deserto. Blog di critica come questo sono necessari, ma dovrebbero essere gestiti da persone competenti, anche anonime, ma preparate sull'argomento. Invece si ricade nell'illusione di libertà della Rete. Leggiti Morozov, è molto interessante al riguardo.

      Elimina
  7. Dalla pagina FB Er Ducetto de Pescara:

    Non gli basta il censurare
    a chi lo critica vuol male
    ecco allora che dà sfogo
    a violenza sua verbale

    Alberto Bagnai 1 luglio 2015 20:25
    Gaspare, perché stai qui a trollare? Perché non fai sul serio, vero? Altrimenti chiunque googlasse Manifesto di solidarietà europea ti prenderebbe per un imbecille. Ma tu invece sei fuuuurbo, vero? Facci sapere.

    (Dedicata all'amico Gaspare)

    RispondiElimina
  8. Non credo che Pietro sia Illo, mi sembra troppo educato e rispettoso degli interlocutori, a parte di Yanez che per qualche motivo tassonomico(?) gli scatena i peggiori istinti.
    Non conosco Yanez di persona così come non conosco Bagnai e nessuno di voi se non in maniera estremamente superficiale, eppure mi sento di poter dire di non aver mai avuto l' impressione di malafede o cattiveria gratuita;
    Passione, rancore, amarezza, rivalsa sono sentimenti umani variamente e contingentemente espressi da ognuno di noi, non saremmo umani altrimenti, l' importante è non farsi travolgere da sentimenti che rischiano di far dimenticare che la persona con cui parli e ti confronti è un essere umano come te, con i suoi difetti e le sue virtù, ma sempre un essere umano, non un alieno, non un diverso, per cui è più facile non avere pietà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi parla di buona cucina, buon vino e donne è automaticamente amico mio. Con queste parole dimostri, oltre che buon gusto, grande saggezza.

      Vedi, il Pietruzzo è interessante come tipo umano (così rispondo al tuo punto interrogativo): mi ricorda molto Contezero, quell'utente del Fatto Quotidiano che faceva provocazioni spicciole. Anche lui scrive in un blog, contro i grillini. Ecco Pietruzzo e Contezero sono due rappresentanti di questo tipo umano. Ci sono molte similitudini. Ce ne sarebbe abbastanza per uno studio sociologico, secondo me. Secondo te, Peter? Che dici?

      Elimina
    2. Er Giannizzeri continua imperterrito a dimostrare la sua dissociazione.

      Proviene dal gruppo di esaltati, fanatici, violenti, assolutisti e creduloni più inverosimile che esista, tanto da far dubitare sia possibile assommare tante cattive qualità in singoli individui, oltretutto così diffusi e caratterizzati dagli stessi identici limiti gli uni con gli altri, e ci viene a raccontare che gli studi sociologici si dovrebbero fare sugli Yanez.

      Questo sta proprio de fori!

      Del resto se così non fosse farebbe un simile lavoro?

      Elimina
    3. Proviene dal gruppo di esaltati, fanatici, violenti, assolutisti e creduloni più inverosimile che esista, tanto da far dubitare sia possibile assommare tante cattive qualità in singoli individui
      È sostanzialmente vero, sono esaltato, fanatico, violento, credulone, ma ricordati anche che puzzo molto e scorreggio come un toro, specialmente la mattina presto dopo che, la sera prima, ho mangiato il risotto. Mi capita sempre. Dottore, cosa può essere? Peter, che ne pensi della mia flatulenza?

      Elimina
    4. All'elenco di buone qualità di cui sopra ho dimenticato di aggiungere svicolatori professionisti.
      Fortuna che ci ha pensato Er Giannizzero a sottolinearlo nel modo più efficace.

      Elimina
    5. Ma scusa, in che modo avrei svicolato? Se me lo dici, ti rispondo in un modo da soddisfarti.

      Elimina
    6. Nonostante i vostri riflessi pavloviani (tuoi, di Peter, e di altri commentatori), e ai vostri pregiudizi per difendere l'endogruppo e screditare l'esogruppo, io sono disponibilissimo al confronto.

      Elimina
  9. @ Pietro Giannezzi (aka Illo ?)

    Tu dici:

    "Non sono un sostenitore di Bagnai. Non gli ho mai dato un euro. Non ho comprato i suoi libri. Non lo seguo su Twitter. Non scrivo commenti sul blog. Non gli ho mai scritto. Non ho mai avuto a che fare con lui né virtualmente né nella vita reale. Ho solo letto alcuni suoi post e condivido l'analisi che fa della crisi. Fine."

    Però ti sei sentito in dovere di creare un account Twitter per "punzecchiare" me.

    A me pare una reazione esagerata per chi ha "solo letto alcuni suoi post".

    Secondo me non ce la racconti giusta ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietruzzo, io ti voglio bene, ma di fronte a cotanta dietrologia mi sento in dovere di mandarti solennemente a cagare. Me lo permetti?

      Se mi vuoi credere bene, sennò continua a credere di contare qualcosa per l'oggetto dei tuoi strali (mosci). Buona paranoia. :-)

      Elimina
    2. Mi sono fatto il profilo Twitter così, per divertimento, per diporto. Hai presente Manuel Fantoni? M'annoio, allora invento, sogno, divago. Tu sei il momentaneo oggetto del mio divagare. Non sei una cattiva persona, in fondo. Solo che non mi hai ancora detto che competenze hai per criticare Bagnai. Me lo dirai, prima o poi?

      Elimina
    3. Se non sei Bagnai sotto mentite spoglie allora sei un suo clone (il tuo commento delle 23:14 lo dimostra, lo stile è quello di Illo) e quindi non venire a dirmi che hai "solo letto alcuni suoi post" perché non sei credibile.

      Così come non credo che tu abbia creato il profilo Twitter per puro divertimento : uno che dice di non seguire Bagnai su Twitter non ha motivo per creare un profilo su Twitter per "punzecchiare" Peter Yanez.

      Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che non sono in discussione le mie competenze, sono in discussione le analisi di Bagnai sul piano economico e politico.

      Se ritieni che le mie osservazioni siano sbagliate, ti invito ad entrare nel merito delle questioni.

      Elimina
    4. Io però non ho capito una cosa, Peter: uno, dopo aver letto Bagnai, o ne diventa un accolito o ne diventa un nemico, nella Weltanschauung yanezziana? In mezzo non c'è niente? Personalmente rifiuto questa dialettica radicalizzata; tu, adottandola, fai un po' il gioco del tuo "nemico".

      E poi se qualcuno critica te inventandosi un nickname che ti fa il verso dev'essere per forza Illo sotto mentite spoglie? Ma che senso ha 'sta cosa? A me sembra una forma di paranoia, e lo dico con la massima benevolenza.

      Tu guardi la pagliuzza nel mio occhio, ma la trave nel tuo? Com'è aprire un blog, farsi un profilo Twitter per scagliarsi solo contro una persona? Io lo faccio per divertimento, ma tu? Boh, Peter, non so, secondo me non ce la racconti giusta...

      Elimina
    5. Se non sei Bagnai sotto mentite spoglie allora sei un suo clone (il tuo commento delle 23:14 lo dimostra, lo stile è quello di Illo) e quindi non venire a dirmi che hai "solo letto alcuni suoi post" perché non sei credibile.
      Uh, adesso sei pure filologo. Avanti, fammi una bell'analisi retorica, all'Auerbach. Di quale stile parli? Non ti capisco, davvero. Quindi o mi fai una bell'analisi filologicamente ineccepibile, oppure la pianti qui.

      Così come non credo che tu abbia creato il profilo Twitter per puro divertimento : uno che dice di non seguire Bagnai su Twitter non ha motivo per creare un profilo su Twitter per "punzecchiare" Peter Yanez.
      Non seguo Bagnai, ma di quando in quando butto un occhio al suo profilo Twitter, pur non essendo iscritto. Ho trovato te, ti ho un po' seguito in silenzio, mi hai interessato, e ti ho fatto visita, per divertimento. Padronissimo di continuare ad alimentare la tua paranoia.

      Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che non sono in discussione le mie competenze, sono in discussione le analisi di Bagnai sul piano economico e politico.
      Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che sono in discussione le competenze di chiunque pretenda di criticare un esperto di una materia, di qualunque materia. Non ti è ben chiaro, e non capisco come non ti possa esser chiaro, che chi critica una persona che si dedica allo studio o alla pratica di una certa disciplina deve farlo da una posizione di competenza.

      Se ritieni che le mie osservazioni siano sbagliate, ti invito ad entrare nel merito delle questioni.
      Sì, entriamo nel merito di questo post. Cosa volevi dire? Che senso ha? Volevi un po' cazzeggiare, vero?

      Elimina
    6. Oh, Pietro, se non mi credi se vuoi mi faccio una foto col giornale di oggi come Aldo Moro e ci scrivo sopra una dedica al tuo augusto blog, e poi ti passo la cronologia del mio browser dal 2011 a oggi. #sapevatelo

      Elimina
    7. Carissimo,
      io ho aperto questo blog soprattutto perché Bagnai non è leale nelle discussioni, se fosse leale e consentisse discussioni serene e pacate sul suo blog io non avrei avuto alcun motivo per aprire questo blog.

      Capisco che ti possa sembrare strano ma Bagnai non mi convince per niente, sotto nessun profilo, non ci posso fare niente, è così e mi comporto di conseguenza. Cerco sempre di motivare il mio dissenso, lo avrei fatto volentieri sul suo blog ma purtroppo non è stato possibile.

      Hai detto che non hai mai scritto un commento sul blog di Bagnai , qui però ti impegni parecchio : vuol dire che sei un accolito a tua insaputa ?

      Elimina
    8. Capisco che ti possa sembrare strano ma Bagnai non mi convince per niente, sotto nessun profilo, non ci posso fare niente, è così e mi comporto di conseguenza. Cerco sempre di motivare il mio dissenso, lo avrei fatto volentieri sul suo blog ma purtroppo non è stato possibile.
      Dove avrei detto che mi sembra strano che la spiegazione di Bagnai possa non convincere qualcuno? Dove, di grazia? Vedi che ho ragione quando parlo di riflesso pavloviano?

      Hai detto che non hai mai scritto un commento sul blog di Bagnai , qui però ti impegni parecchio : vuol dire che sei un accolito a tua insaputa ?
      Ma che logica è mai questa? Ma cosa c'entra questa cosa che hai scritto? Qual è il nesso logico tra il non commentare in un blog e il commentare tanto in un altro blog? Capisci che, con queste premesse, con queste tue continue fallacie logiche, squalifichi qualunque lavoro di critica in partenza? A me dispiace, Peter, perché mi piacciono i dibattiti e le discussioni.

      Elimina
    9. Ah, dimenticavo: commento tanto perché tu fai parte di quel cinquanta percento di blogger (l'altro cinquanta percento è Bagnai) che non modera i commenti. Ovviamente, è così. Che forte che sei, Peter. :-)

      Elimina
    10. Carissimo,
      perché non hai commentato la lunga frase

      "io ho aperto questo blog soprattutto perché Bagnai non è leale nelle discussioni, se fosse leale e consentisse discussioni serene e pacate sul suo blog io non avrei avuto alcun motivo per aprire questo blog." ?

      Elimina
    11. Carissimo,

      perché ho spiegato sopra che del modo in cui Bagnai gestisce il suo blog non me ne frega niente.

      Elimina
    12. Aspetta, Pietro, che ho la cura contro la tua paranoia. Eccola qua: non sono Bagnai perché ... *rullo di tamburi* ... mi piace il metal! Ma no il metal che dici "beh, se pò ffà", tipo Iron Maiden, no, no, proprio il metal bello pesante, tipo i Cannibal Corpse, i Suffocation, i Morbid Angel, gli Autopsy, gli Obituary, i Carcass. Ti basta, questo?

      Elimina
    13. Carissimo,
      perché non hai commentato la lunga frase

      "Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che sono in discussione le competenze di chiunque pretenda di criticare un esperto di una materia, di qualunque materia. Non ti è ben chiaro, e non capisco come non ti possa esser chiaro, che chi critica una persona che si dedica allo studio o alla pratica di una certa disciplina deve farlo da una posizione di competenza." ?

      Elimina
    14. Carissimo,
      posso dedurre dalla tua risposta che per te la lealtà non è un valore e che il profilo umano di un uomo di cultura ti è indifferente ?

      Elimina
    15. Carissimo,

      no, non puoi dedurlo. Puoi però dedurre che io non faccio di una persona la mia ragione di vita. Puoi dedurre che non m'interessa approfondire il lato umano di qualunque persona al mondo, non m'interessa certamente farlo di un professore universitario che non conosco di persona, e che prendo in considerazione solo per ciò che scrive "ufficialmente", "ex cathedra", nel suo blog o sui giornali.

      Non so se ti sembri strano, non voglio dedurre alcunché a mia volta, ma ci sono persone che non si fanno ossessionare da un'idea fissa. Mi spiace.

      Elimina
    16. Ma io dico, Peter, perché mi costringi a farti millemila volte la stessa domanda? Se non hai alcuna competenza economica, perché te ne vergogni? Io non so niente di fisica quantistica, ma mica mi vergogno a dirlo. Dai, su, fatti coraggio!

      Elimina
  10. Oh, Peter Yanez, sei proprio un fortunello con il buon Pietro Giannezzi! Commentatori così brillanti, colti, fini, sagaci, insomma: che scrivono alla Bagnai non ce ne sono molti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu filologo con il blogghetto di Peter Yanez. Praticamente adesso vien fuori che se uno scrive due cazzate in latino, allora è Bagnai. Porca miseria, che fini analisti che siete! :-) (Si scherza. #sapevatelo #peteryanez)

      Elimina
  11. Chi glielo dice a Pietro Giannezzi che sta scrivendo su un blog e gli hashtag non funzionano?! Non è su twitter che: "al mio hashtag, scatenate l'inferno!"

    #saràpureunblogghettomalepiacevistocheèsemprequi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma davvero? Ah, non funzionano gli hashtag? Capperi, non me n'ero accorto. Io credevo... ah, meno male che me l'hai detto! Grazie mille!

      Elimina
    2. Ma prego, dovere! Se vuole porto anche un bel bianco fresco delle colline pescaresi per brindare al ventordicesimo commento sul #blogghettochenonèmoderatoquindiscrivoquantomipareepiaceperscreditareconlamiecapacitàdialetticheiparanoicichecelhannoconbagnaipoverino

      Elimina
  12. Cmq Peter bisognerà dare un po' di tono a questo blog ed un più ampio respiro, la situazione per come sta evolvendo in Grecia meriterebbe qualche riflessione che solo questo blog, come miglior esempio di democrazia, di fatto può offrire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. Ma allora mi sa che abbiamo sbagliato posto. Non credo che il nostro buon Peter sia in grado di discutere di qualcosa che non sia Bagnai o, come lo chiama lui, "Grande Capo dei Pippi ma anche Mega Direttore Galattico-Gran Maestro-Guru-Profeta nonché Highlander ma soprattutto Profeta" (che ridere, poffarbacco! da sganasciarsi! tutto in grassetto, mi raccomando!).

      Elimina
    2. Carissimo,
      questo blog è monotematico per statuto ed è quindi abbastanza ovvio che Bagnai sia sempre al centro dell'attenzione.

      Immagino che tu sappia che Bagnai ha scritto molto sulla Grecia e quindi l'invito di Ippolito è tutt'altro che inopportuno : discuteremo quanto prima la questione Grecia analizzando le opinioni bislacche del Grande Capo dei Pippi ma anche Mega Direttore Galattico-Gran Maestro-Guru-Profeta nonché Highlander ma soprattutto Profeta.

      P.S. Sto prepando un post su Bagnai e Tsipras ed un fact checking del ben noto fact checking di Bagnai sulla Grecia.

      Elimina
    3. Bisogna evitare i blog eccessivamente assertivi, se mi è concesso l' ossimoro.
      In giro a parte forse il blog di Fraioli, che però ha delle limitazioni, e questo di Peter non vedo molto altro.
      Non credo che, per esempio, sui blog di Illo o di L/C ci possa essere la libertà e la serenità per poter sviluppare una dialettica sana e proficua per tutti i partecipanti, qualsiasi livello culturale e di competenze essi abbiano.
      In quei blog si pratica una maieutica maligna in cui il tenutario gioca su due ruoli in palese conflitto: quello del moderatore/censore e partecipante al dibattito. Ti sembrerà un dettaglio di poco conto, ognuno a casa propria fa quello che vuole ( ed anche su questo ci sarebbe da discutere), ma ti assicuro che è una caratteristica esiziale nel processo dialettico.

      Elimina
    4. Carissimo,
      questo blog è monotematico per statuto ed è quindi abbastanza ovvio che Bagnai sia sempre al centro dell'attenzione.

      Carissimo,
      avevo, come dire?, subodorato la cosa. Non capisco perché tu lo faccia, ma tant'è, non voglio scavare nell'abisso dell'animo umano.

      Immagino che tu sappia che Bagnai ha scritto molto sulla Grecia e quindi l'invito di Ippolito è tutt'altro che inopportuno : discuteremo quanto prima la questione Grecia analizzando le opinioni bislacche del Grande Capo dei Pippi ma anche Mega Direttore Galattico-Gran Maestro-Guru-Profeta nonché Highlander ma soprattutto Profeta.
      Che ridere, cazzo. Sei brillantissimo. "Soprattutto Profeta": che sagoma.

      Comunque, credo che il nostro Ippolito volesse parlare di Grecia seriamente. Tu come al solito hai tirato fuori la tua ossessione, come quelli là di Real Time.

      P.S. Sto prepando un post su Bagnai e Tsipras ed un fact checking del ben noto fact checking di Bagnai sulla Grecia.
      Quale bagaglio di competenze in materia economica puoi sfruttare per fare le pulci a un professore universitario? Visto che ti fai vanto di essere franco con tutti, mi risponderesti alla mia affermazioncina che hai accuratamente evitato sopra, cioè:

      "Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che sono in discussione le competenze di chiunque pretenda di criticare un esperto di una materia, di qualunque materia. Non ti è ben chiaro, e non capisco come non ti possa esser chiaro, che chi critica una persona che si dedica allo studio o alla pratica di una certa disciplina deve farlo da una posizione di competenza." ?

      Elimina
    5. @Ippolito
      Sì, ma, vedi, è sacrosanto quel che dici, ma questo blog rimane comunque di livello molto basso, per via dell'impostazione bislacca che gli ha dato l'autore, e per la bassa qualità tecnica dei suoi contenuti.

      Inoltre, non basta aprire la diga dei commenti perché un luogo virtuale si trasformi per ciò stesso in un luogo di dibattito democratico. Come credo sia ormai chiaro, Peter non ha alcuna volontà di discutere, ma di battere in breccia su un unico argomento. Lo facesse da una posizione di competenza; fosse, che so?, un Puglisi, non avrei nulla da dire. Ma, come la sua reticenza dimostra, non ha alcuna conoscenza economica, è una persona qualunque, un salumiere, un impiegato del catasto, un geometra, o vattelapesca. Sarebbe come se un paziente, diciamo un docente di lettere, criticasse il proprio medico per le diagnosi che fa, solo perché gli sta antipatico. Avrebbe senso la cosa?

      Elimina
    6. Ma ci mancherebbe pure che un paziente non possa criticare un medico, che un imputato non possa criticare un giudice, che non si possa criticare un ingegnere, un idraulico, un elettricista, che un suddito non possa criticare il re.
      Ma in quale mondo aneli vivere figliulo? in n un mondo di caste tecnocratiche?
      È proprio vero che la tecnocrazia è la malattia senile del positivismo
      Non mi ricordo chi, in questo blog di basso livello come dici tu, abbia coniato questa definizione, ma lo ringrazio.

      Elimina
    7. Ma certo, Ippolito, chiunque può dire la sua su qualunque cosa al mondo. Ma tu ascolteresti la critica di un impiegato del catasto alla terapia di un medico? Daresti retta al salumiere che ha fatto le pulci alla ricerca di un biologo? Ti fideresti delle osservazioni di un barista al progetto di un ingegnere? Io credo che esistano competenze specialistiche, e che la critica (seria, non da bar, come quella di Pietruzzo nostro) alla ricerca scientifica debba essere fatta da chi possiede solide basi di competenza, non necessariamente acquisite a scuola, anche se va da sé che la cultura di un autodidatta è molto spesso asistematica e lacunosa.

      Noto en passant una cosa: temo che qualunque comunità che si riunisca per o contro una causa tenda a chiudersi a qualunque critica. Io non mi voglio unire ai seguaci di Bagnai, non mi piace imitare le battute di nessuno; ma anche qui noto uno spirito di comunità che porta ad aggredire subito l'interlocutore, ad alimentare paranoie e complottismi cretini, ecc. Non parlo di te, né di Fiorenzo, che siete interlocutori pacati, interessanti e ragionevoli. Parlo di altri commentatori, tipo il duca qui sotto, e del Grande Capo degli Antipippi (anche rielaborata, questa definizione yanezziana è brillantissima). Si può avercela con qualcuno per motivi personali, e lo capisco, ma aprire un blog e animarlo per mesi così, per sport, senza avere competenze specifiche per criticare qualcuno, senza avere la lepidezza necessaria a divertire il lettore, senza saper scrivere, in definitiva, a che serve? Lo chiedo anche a Peter, che ovviamente non risponderà.

      Elimina
    8. Ippolito, preciso: quando parlo di basso livello, mi riferisco solo all'autore del blog. Non nego che tra i commenti ci siano persone intelligenti, come te e Fiorenzo. Ma questo è vero nonostante Peter Yanez.

      Elimina
    9. Sarà per deformazione professionale, ma io ascolto sempre tutti, sono cosciente dei miei limiti, preferisco leggere ed ascoltare piuttosto che parlare, ho maturato l' idea che ci sia sempre da imparare, dal professore universitario alla persona più umile.

      Elimina
    10. Questa è una regola condivisibile, ti capisco, ma non sono così sicuro che ascolterei le critiche di una parrucchiera alla terapia scritta da un medico. E viceversa, sia ben chiaro: un medico che dà consigli su come tagliare i capelli è altrettanto ridicolo.

      Elimina
    11. Se sta tagliando i miei capelli glieli do si i consigli, specialmente se passa il tempo a dire che come li taglia luii non li taglia nessuno.

      Elimina
    12. Se sta tagliando i miei capelli glieli do si i consigli, specialmente se passa il tempo a dire che come li taglia luii non li taglia nessuno.

      Elimina
    13. Se sta tagliando i miei capelli glieli do si i consigli, specialmente se passa il tempo a dire che come li taglia luii non li taglia nessuno.

      Elimina
  13. Non sappiamo le competenze di Peter Yanez, ma ormai abbiamo ben chiare quali siano quelle di Pietro Giannezzi. Ha tutte le competenze per accreditarsi come un ottimo Troll (almeno qui, su questo blog, su altri blog invece è un brillante economista con un'ingombrante disturbo narcisistico di personalità).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Duca, la tua paranoia comincia a preoccuparmi. Perfino il tuo capo, Peter Yanez, non tocca più questo tasto. Invio una mia foto con dedica a voi, va bene?

      Elimina
    2. Mi ha beccato Prof. lei è veramente il migliore! :-)

      Elimina
    3. Posso chiederti quanti anni hai?

      Elimina
    4. Bravo Duca, ha centrato il punto. Altro che cattivo carattere, fosse solo quello! Illo ha una vera patologia, quella da lei indicata. Esagerazioni? Solo chi non ha mai letto un tubo sull'argomento e non ha avuto esperienza di persone così può sostenerlo. Ciò detto, non penso che Giannezzi sia l'alter ego del Nostro. E' solo uno che non ha capito la dannosità del Prof. Cui interessa solo, narcisisticamente, il proprio successo personale, a costo di delegittimare tutto il fronte no-euro.

      Elimina
  14. Comunque anch'io ho un economista che mi sta antipatico. È Scacciavillani. Probabilmente nutro per lui più o meno quel che tu nutri per Bagnai. Ma io, come te, non sono competente in economia; io, al contrario di te, non tendo a fare di una persona la mia ragione di vita. Per questo non sento l'impulso ad aprire un blog su di lui, perché preferisco divertirmi piuttosto che alimentare il mio livore verso qualcuno, e perché sono abbastanza pudico da non parlare di cose che non conosco.

    Ora, la tua persona e il tuo blog mi hanno un po' stancato, vorrei andarmene, fedele alla volubilità del grande Manuel Fantoni, ma poi darei fiato alla tua platea complottista. Cosa faccio? Intanto, amici complottisti, fate una cosa, controllate l'orario dei miei commenti e incrociatelo con l'attività su Twitter di Bagnai. Se non vi basta questo vi mando una foto con dedica. D'accordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volentieri, aspettiamo la dedica con ansia ;-)

      Elimina
    2. Se vuoi aprire scacciavillanomics sono pronto a darti una mano... ;-)

      Elimina
    3. Ci penserò su. Anche se Scaccy si confuta un po' da solo. :-)

      Comunque, mi sto annoiando un po' a punzecchiare Peter, perché, come si dice dalle parti mie, l'è come darghe a uno che caga (cioè picchiare una persona che sta defecando, detto di cosa molto facile). :-D Si scherza, Peter. Attendiamo la tua verifica dei fatti sulla verifica dei fatti. Mi permetti di restare? Non sporco, metto le pattine. Basta che ogni tanto facciamo il momento che si parla di mangiare, bere e figa, sennò parlare sempre di Bagnai, che palle. Ci stai?

      Elimina
    4. Baelisch, ora di gettare la maschera?

      Elimina
    5. Egregio,
      lo ripeto perché forse non ti è chiaro: questo blog è monotematico per statuto, il blog è dedicato a Bagnai e all'universo parallelo pippesco, se vuoi parlare di mangiare, bere e figa questo posto non fa per te.

      Ovviamente puoi restare, ti invito però ad entrare nel merito delle questioni nel rispetto del ruolo che ti sei scelto cioè quello di avvocato difensore del Profeta.

      Elimina
    6. Egregio,
      siccome hai fatto di questo spazio un luogo di libertà, reclamo il diritto alla cazzata e a parlare di mangiare, bere e figa. Se vuoi, censurami pure, ma in questo non sarai differente dal tuo "nemico", allora.

      Ovviamente puoi restare, ti invito però ad entrare nel merito delle questioni nel rispetto del ruolo che ti sei scelto cioè quello di avvocato difensore del Profeta.
      Dove, quando, come avrei scritto o fatto pensare che io voglio ritagliarmi il ruolo che hai menzionato? Potresti indicarmelo con una citazione, per cortesia?

      Ancora: visto che ti fai vanto di essere franco e di rispondere, al contrario della tua ossessione da Real Time, potresti rispondere all'osservazione che riporto qui sotto? Ti ringrazio.

      Per quanto riguarda la questione delle "competenze", forse non ti è ben chiaro che sono in discussione le competenze di chiunque pretenda di criticare un esperto di una materia, di qualunque materia. Non ti è ben chiaro, e non capisco come non ti possa esser chiaro, che chi critica una persona che si dedica allo studio o alla pratica di una certa disciplina deve farlo da una posizione di competenza.

      Elimina
    7. Ma poi, che vuol dire "nel rispetto del ruolo..."? Cioè, una persona deve comportarsi secondo un ruolo? Ma che pensiero gretto è mai questo?

      Elimina
    8. Comunque, ripeto anch'io perché vedo che non ti è chiaro. Io ti contesto due cose:

      1. La monotematicità. Che senso ha dedicare un blog a una sola persona, che tra l'altro non ha incarichi di governo, non incide in alcun modo nella vita di tutti noi? Qual è lo scopo di un'operazione del genere? Cosa speri di ottenere? Che senso ha tutta questa enorme perdita di tempo?
      2. La mancanza di competenze. Anche ammesso che valga la pena dedicare tutto questo tempo a Bagnai, che competenze hai per criticarlo?

      A nessuna di queste due domande ho ricevuto risposta. Tu ti lamenti che Bagnai non ti risponde. Io mi lamento che tu non mi rispondi. Mi risponderai?

      Elimina
    9. Egregio Lamboria, se avessi mai gettato la maschera in vita mia non sarei mai arrivato dove sono :-)

      Elimina
    10. Baelisch, lei è astuto. L'importante è che non sia un uono di Grimaldi, infiltrato dal Pd.

      Elimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco il motivo di tanto accanimento verso di me, non mi lusingano queste attenzioni. Però, ripeto ancora, capisco la tua necessità psicologica di denigrare l'esogruppo e difendere l'endogruppo. Vorrei che notassi che non c'è ironia nelle mie parole.

      Come ho detto sopra, mi aspettavo anche che tu ignorassi le mie parole riguardo ai miei rapporti con Bagnai, ma non mi aspettavo che lo facessi a oltranza. Il tuo comportamento è chiaramente ideologico, soprattutto dal momento che, mi pare, ho dato prova di volermi confrontare. In questo persino Peter Yanez è superiore a te: almeno parla direttamente con me.

      Er Giannizzero, patrocinatore incrollabile del personaggio e del sito più ademocratici in circolazione, pretende di venirsene qui, tomo tomo cacchio cacchio come direbbe Totò, a darci lezioni sul rispetto della democrazia, con tanto di indice alzato.
      Dato che secondo lui qui non ci sarebbe perché non lo si lascia sproloquiare in santa pace come desidera. E si osa pure replicare, ohibò.

      Quando parlavo di livello basso mi riferivo anche a questo. Non dico che sia antidemocratico replicare (dove l'avrei scritto? me lo citi?), ma è intrinsecamente antidemocratico ignorare la risposta pacata dell'interlocutore per permettere al proprio stereotipo di rimanere valido.

      Potresti rispondermi ricalcando il mio tono? Grazie.

      Elimina
    2. Senti, Giannizzerkel, chi credi di essere?
      Cosa ti fa pensare di poter venire qui non solo credendo di impartire lezioni che evidentemente non sei in grado di dare, ma addirittura di imporre agli altri il piano su cui si deve svolgere la discussione?
      Se non sei il profeta, di certo hai arroganza e presunzione almeno pari alle sue.
      Faglielo notare, vedrai che la sua considerazione nei tuoi confronti aumenterà.
      Così magari ci rimedi pure la promozione e da addetto al facchinaggio della provocazione mediatica gratuita e inconcludente, diverrai supervisore alla passeggiata mattutina del suo cane.

      Quindi è inutile che continui con tattica dello gnorri, perché qui non attacca.
      Così facendo non fai altro che dimostrare ulteriormente la tua capacità di andare avanti solo per pretesti e sotterfugi, da buon emulo del tuo esecrabile e autocratico modello.

      Ti ho già detto e ripetuto che non sei credibile, dato che pretendi di imporre qui i valori che in casa tua non solo calpesti regolarmente, ma fai di tutto per dimostrare che siano di nessuna importanza e peggio, dannosi, contribuendo in prima persona all'involuzione ademocratica del paese.

      Ti ho anche spiegato che per essere credibile al riguardo devi rinnegare pubblicamente e sconfessare i modi di gestione del sito per cui dimostri tanta simpatia e per gli atteggiamenti del profeta o Grande Capo.

      Altrimenti sono solo chiacchiere: un rumore di fondo persistente e fastidioso, con il quale sei venuto a disturbare e soprattutto impedire la discussione, dimostrando la tua intolleranza al riguardo e soprattutto quella di chi ti manda. E la vostra vera indole.

      Ma tu niente. Non solo fingi di non aver capito, ma addirittura continui imperterrito con le tue prediche da vice profeta, con tanto di ditino alzato.
      Dunque, sei l'esempio più poderoso e plateale che abbia mai incontrato di bue che dà del cornuto all'asino.
      E dato il tuo altrettanto poderoso deficit cognitivo, che peraltro hai fatto del tuo meglio per dimostrare ancora una volta che è il vero denominatore comune del seguace, non capisci che oltre a renderti sommamente ridicolo, hai dato prova di essere invadente, petulante, falso e infingardo.
      Nonché sprovvisto del minimo senso della misura e del ridicolo.

      Davvero un bel quadretto, che tu stesso ti sei impegnato a fondo per costruire mattone per mattone, e rappresenta al meglio, te, il profeta e i suoi seguaci, dato che avete dimostrato di essere fatti con lo stampino, in base all'efficacissimo processo di condizionamento da lui messo a punto.

      Come se ancora non fosse più che sufficiente, pretenderesti addirittura di issarti su un piano di superiorità, cosa a cui credi solo tu, fingendo di dimenticare che sei l'avanguardia della fazione dello squadrismo mediatico, dello “sputerò sulle vostre tombe” e dello “ommemerda fascio-piddino, spero che vi ammazzino tutti, presto”.

      Quindi, oltre al resto, dimostri di essere pure dissociato.

      Ma tu niente, fai finta di non aver sentito, che innanzitutto è tattica propria del vile, e poi di colui che non vuol sentire e finge di essere sordo.

      A questo punto ti devo fare i miei complimenti: l'efficacia con cui dimostri le tue numerosissime cattive qualità è davvero significativa.

      Elimina
    3. Bene, ti ringrazio. A questo punto, io riassumerei tutti gli insulti gratuiti che ho ricevuto in quest'oasi di libertà e di antisettarismo:

      - servo
      - adepto
      - seguace
      - arrogante
      - presuntuoso
      - provocatore gratuito e inconcludente
      - galoppino di Bagnai
      - ricercatore di pretesti e sotterfugi
      - contributore dell'involuzione ademocratica del Paese (questa è una delle mie preferite)
      - esempio poderoso e plateale di bue che dà del cornuto all'asino
      - cognitivamente in deficit
      - invadente
      - falso
      - infingardo (che modernamente vuol dire "indolente", ma io non posso parlare, stante il deficit cognitivo di cui sopra)
      - sprovvisto del minimo senso della misura e del ridicolo
      - fatto con lo stampino

      E mi fermo qui perché l'elenco è troppo lungo. Tutta questa bella panoplia d'insulti è naturalmente gratuita, senza la minima citazione, com'è normale in chi si preoccupa unicamente di difendere il gruppo d'appartenenza consolidando lo stereotipo. Niente male per chi accusa gli altri di squadrismo.

      Elimina
    4. Tra i tanti loro aspetti degni di analisi, il bello del profeta e dei suoi seguaci risiede nella loro propensione a riprendere tutti i caratteri peggiori di chi proclamano sia il loro peggior nemico.
      Vogliono uscire dall'euro ma ragionano secondo i medesimi concetti della tecnocrazia dittatoriale UE, odiano il PD perché ha infilato il paese nella moneta unica ma si comportano esattamente allo stesso modo dei suoi esponenti peggiori.
      Esempio plateale: prima invadono un blog, arrivando a bloccarne la discussione nella pretesa di impartire lezioni volte a imporre il rispetto di valori che loro stessi sono i primi a calpestare in casa propria, ma se ti azzardi a dirgli che sono invadenti e a enumerare il resto delle loro male azioni, che essi stessi hanno deliberatamente messo in atto per i loro scopi personali e di fazione, allora li stai insultando.

      Capito?

      Ecco allora che al già sterminato elenco delle loro cattive qualità va aggiunto anche quella di ricattatori.

      Già, perché al pari del piddino e nonostante dichiarino che a livello nazionale è il loro nemico N.1, mettono i loro interlocutori di fronte a un vero e proprio ricatto.
      Quello che consiste nel comportarsi nel modo più indegno e compiere le porcate peggiori che si possano concepire, ma nessuno deve azzardarsi a farlo notare. Dato che altrimenti li si insulta.

      Ecco, Giannizzerkel, tu ti sei comportato proprio in questa maniera, rimarcando come meglio non si potrebbe la tua malafede.
      Te lo dico in breve: se siete quello che siete e hai dimostrato qui, e vi comportate nel modo in cui vi comportate, sarà mai possibile che la colpa di tutto ciò sia di chi si limita a rilevarlo e non di chi lo mette in atto?

      Vabbè che che coi vostri discorsi senza capo né coda avete dimostrato di essere dei dissociati totali, ma anche alla dissociazione dalla realtà ci deve essere un limite.
      Oppure siccome il profeta eccelle notoriamente in tutto, proprio come il Grande Fratello di orwelliano memoria, avete deciso di aggiudicarvi anche il record mondiale della specialità?

      Quando la finirete di delegittimare tutto il movimento euro-scettico, facendo smaccatamente il gioco degli euro-servi, sarà sempre troppo tarsi.
      Però se vi si dice gatekeeper vi si insulta.
      Giusto?


      P.S. Quanto all'infingardo, vale per la vostra clamorosa pigrizia mentale. Quella che vi fa ripetere a pappagallo tutte le asinerie proclamate dal vostro profeta.

      Elimina
  16. Caro gestore di questo blog e cari commentatori, più o meno abituali,

    dopo tanto spreco di banda da parte sua, del resto è contro l'austerità e lo dimostra con l'alluvione di commenti da lui postati, si deve riconoscere che Er Giannizzero almeno un pregio ce l'ha.

    E non sia mai che glielo si neghi.

    Il perché è presto detto: ci ha dimostrato come meglio non si potrebbe l'identità tra principi e linee comportamentali di Profeta & seguaci con quelli di chi vorrebbero far credere siano avversari incrollabili.
    Ovvero l'euro, i suoi patrocinatori e soprattutto i politici più accaniti nello spingere alle estreme conseguenze tutto il portato della moneta unica,

    Er Giannizzero, vero e incrollabile paladino del personaggio e del sito più ademocratici in circolazione, pretende di venirsene qui, tomo tomo cacchio cacchio come direbbe Totò, a darci lezioni sul rispetto della democrazia, con tanto di indice alzato.
    Dato che secondo lui qui non ci sarebbe perché non lo si lascia sproloquiare in santa pace come desidera. E si osa pure replicare, ohibò.

    Questo comportamento, in tutta evidenza, è del tutto sovrapponibile a quello della Merkel.
    Capo di governo del paese che più di ogni altro contravviene a trattati e regolamenti comunitari ma non intende riconoscerlo né pagare pegno. Malgrado ciò obbliga tutti gli altri a rispettarli alla lettera e pretende pure di dare lezioni accusandoli di voler vivere al di sopra delle proprie possibilità.

    Dunque, come è evidente, Profeta & seguaci sono perfettamente intercambiabili con le peggiori iene targate UE.

    E il bello è che manco se ne rendono conto.

    Va bé, prendiamo atto.
    Vorrà dire che da oggi Er Giannizzero lo dovremo chiamare Er Giannizzerkel.

    RispondiElimina
  17. Per Yanez: ho cancellato il commento per motivi che tu, che puoi leggere anche i commenti eliminati, credo possa capire. Il commento sarà pubblicato a tempo debito, per non dare adito a complottismi di qualsiasi natura...

    Stay tuned.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho spuntato "inviami notifiche", perciò ho ricevuto il commento che hai cancellato. L'ho trovato davvero molto divertente: figurati se scambio l'ironia con il complottismo. :-D

      Elimina
    2. Mannaggia! Esperimento fallito.

      Elimina
    3. Ecco il commento cancellato (ho tardato perché ero a farmi il bagnetto)

      Questa sera l'ottimo Ippolito sarà a castro dei Volsci, ospite della facoltà di gnentologia. Per l'occasione, tra un piatto di fettuccine e libagioni con Cabernet di Atina confronteremo le rispettive analisi spettrali di Pietro Giannezzi. Io sosterrò la tesi che trattasi di una sovrapposizione di stati la cui equazione di Schrödinger ammette necessariamente, tra gli autovalori, anche ILLO (se un sistema può essere descritto sia da una funzione d`onda \psi_1 che \psi_2 allora può stare anche in ogni stato descritto dalla funzione d`onda \psi che sia una arbitraria combinazione lineare delle precedenti due).

      Insomma, tradotto per per voi capre ignoranti in macroeconomia quantistica, dietro il nick "Pietro Giannezzi" si celano sia Bagnai che altri suoi seguaci.

      Mi rendo conto che si tratta di un'ipotesi audace, ma è possibile una prima verifica sperimentale. Sappiamo che il Bagnai ha postato un commento sul suo sito alle ore 15:26, e che era in procinto di imbarcarsi da Bari (presumo per la Grecia). Adesso sono le ore 15:53 e dovrebbe avere il telefono isolato. Considerando almeno 5 ore di tragitto, se prima delle 20 non commenta né sul suo sito né qui lo abbiamo tanato!

      Altro che Bosone di Higgs... all'università di Castro dei Volsci si fa ricerca teorica e applicata de tacco e de punta...

      Elimina
    4. Fiorenzo, quali sono i risultati della ricerca?

      Elimina
    5. Li abbiamo persi tra i fumi dell' alcol e del tabacco ed in un mare di lipidi, appena li ritroviamo, se saranno ancora in buono stato, ve li mostreremo..

      Elimina
  18. Allora, vediamo.

    Su 116 commenti fin qui postati, Er Giannizzerkel ne ha inviati ben 54, pari al 46,55% del totale.

    Visto che oltre a Peter a commentare qui siamo io, Fiorenzo, Ippolito, Pierre, il Duca e Petyr, ipotizzando per praticità una suddivisione in parti uguali del restante 53,45%, vorrebbe dire che ciascuno di noi vi ha contribuito per il 7,63%.

    Per uno che proviene dal sito dove più che la censura vige un tribunale dell'inquisizione, è davvero un risultato ottimo, che testimonia il vero e proprio abuso che egli ha ritenuto fare della libertà di espressione che vige qui.

    Così avrà anche fornito al suo Profeta un ottimo argomento per proseguire imperterrito sulla linea che a suo tempo ha deciso per la gestione del suo blog.

    Er Giannizzerkel, se crede, può andare dal profeta con questi dati e farsi fare un bel grafico, che di sicuro sarà ancor meglio esplicativo della situazione che il suo arrivo ha di fatto creato.
    Del resto se il fare chiasso è il principio alla base dell'esposizione mediatica del Profeta, vogliamo che i suoi più fidi seguaci siano da meno?

    E allora, se le cose stanno così, devo ammettere di essermi sbagliato.

    Prima ho detto che per principi e linea di condotta Profeta & seguaci hanno dimostrato di essere intercambiabili, quindi alla pari, coi dittatori dell'euro come la Merkel, dato che pretendono di imporre agli altri il rispetto di valori che in casa propria calpestano quotidianamente.

    I dati qui elencati, invece, dimostrano che Er Giannizzerkel e soci, come sono venuti qui a dare lezioni, possono fare lo stesso con la Cancelliera, Juncker, Schauble e tutto il resto degli emanatori di diktat made in UE.
    Dato che sotto il profilo dell'imporre agli altri ciò che sono i primi a non rispettare, in confronto a lui quei noti personaggi altro non sono che degli ingenui scolaretti, cui Er Giannizzerkel può dare ottime ripetizioni.

    A Giannizzerkel, se il Profeta te paga un tanto a commento, perché te paga, altrimenti il tuo presidiare il sito come hai detto di aver fatto non avrebbe senso, mi sa che qui te sei bello che sistemato per le vacanze estive.

    Fidanzata o moglie compresa.
    Alla quale, se per caso con lei sproloqui e sei logorroico come hai dimostrato qui, voglio partecipare tutta la mia più sincera e sentita comprensione e solidarietà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, Claque, è tutto un gomblotto.

      Capisci, Peter, qual è il livello dei tuoi commentatori?

      Elimina
    2. "Per uno che proviene dal sito dove più che la censura vige un tribunale dell'inquisizione, è davvero un risultato ottimo, che testimonia il vero e proprio abuso che egli ha ritenuto fare della libertà di espressione che vige qui."

      Aaah, ecco! Della libertà di espressione si abusa quando si mandano tanti commenti. Non lo sapevo. Grazie. Siamo a livelli altissimi.

      Elimina
    3. Speta, speta, Claque, hai dimenticato l'argomento più bello: "Fatti una vita!".

      Elimina
    4. Giannizzerkel, ti mancava solo la parola fatidica.
      Ora che l'hai pronunciata, hai dimostrato ulteriormente il tuo compito di provocatore a tempo pieno.
      Ma dai, che ti affanni a fare?
      I soldi per la vacanza li hai più rimediati, cosa altro vuoi dimostrare?

      Quanto al resto, sei tu che presidi questo blog a tempo pieno, palesando la tua invadenza.

      Nonché la tua eccellente attitudine allo svicolare e alla fuga.
      Tutti coraggiosi voi seguaci eh?

      Infine, è evidente che se sei qui non puoi essere altrove.
      O il profeta dall'alto dei suoi poteri sovrannaturali riesce ad attribuire ai seguaci anche il dono dell'ubiquità?

      Te l'ho detto e te lo ripeto: a Giannizzerkel, ma nun ce fa ride!

      Elimina
  19. Dalla pagina FB Er Ducetto de Pescara:

    Non s'appaga la sua rabbia
    così chiama la squadraccia
    di goofy-manganellatori
    a difendergli la faccia

    Alberto Bagnai 2 luglio 2015 16:46
    Senti, pezzo di fesso: ci ho scritto due libri sulle scelte post euro. Metto in evidenza questo tuo capolavoro di malafede, e chedo agli altri: siamo d'accordo che è un troll?

    RispondiElimina
  20. devo dire che mi compiaccio sempre di più di seguire questo blog. Ringrazio Leo per la poesia, ringrazio Ippolito per l' invito ( che devo declinare soprattutto per pigrizia ), mi permetto ( da nuovo arrivato ) di rilanciare un' osservazione dello stesso Ippolito: "Cmq Peter bisognerà dare.....un più ampio respiro, la situazione per come sta evolvendo in Grecia meriterebbe qualche riflessione che solo questo blog, come miglior esempio di democrazia, di fatto può offrire."

    p.s : sto provando a inserire una mia foto, ma mi dice che il formato non è supportato. Riproverò. Intanto saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è di che, Gaspare. Se vai sul post più recente trovi anche il resto.

      Elimina